Progetti di solidarietà

AMANI Onlus ONG:
Progetto "Casa di Anita".

OpLine ha selezionato quattro progetti di solidarietà che possono essere finanziati dai partecipanti alle indagini convertendo i punti acquisiti nel programma OpLine in donazioni.

I progetti sono selezionati facendo attenzione a due aspetti:

  1. La concretezza delle finalità dell'intervento
  2. La serietà delle organizzazioni che li promuovono e ne seguono l'esecuzione

Segue scheda progetto:

Denominazione dell'ente:

AMANI Onlus ONG

Breve descrizione della mission dell'ente:

Amani è un'associazione non profit, di carattere laico, apolitico ed indipendente, che si impegna per affermare il diritto dei bambini e dei giovani ad avere un'identità, una casa protetta, cibo, istruzione, salute e l'affetto di un adulto.

Dal 1995 abbiamo istituito e sosteniamo case di accoglienza, centri educativi, scolastici e professionali in Kenya, Zambia e Sudan. Da allora offriamo ogni giorno opportunità e alternative concrete a migliaia di bambini e bambine costretti a vivere sulla strada nelle grandi metropoli, nelle zone rurali e di guerra.

La nostra associazione ha sede legale a Milano e gruppi locali di volontari attivi in diverse città italiane. Collaboriamo con scuole, associazioni, enti pubblici e privati, parrocchie, amministrazioni locali, fondazioni e imprese. In Italia organizziamo iniziative e incontri culturali, di informazione e approfondimento. Ogni anno offriamo inoltre la possibilità di partecipare a campi di incontro in Kenya e in Zambia a gruppi organizzati, giovani volontari e famiglie che desiderano conoscere in prima persona la realtà africana e vivere un periodo di condivisione con la comunità locale.

Titolo del progetto:

Casa di Anita.

Obiettivi:

Obiettivo generale è contribuire all'indipendenza e all'empowerment delle ragazze inserite nel progetto.

Obiettivi specifici sono:

  • garantire alle ragazze il proseguimento del loro percorso scolastico;
  • garantire loro una vita serena all'interno di un contesto famigliare;
  • dare loro la possibilità di coltivare i propri interessi nell'ambito della musica, della danza e del teatro.
Beneficiari:

25 ex bambine e ragazze di strada che vivono con due famiglie keniane.

Ambito territoriale di realizzazione:

Lo scenario sociale ed economico del Kenya è caratterizzato da diseguaglianze e iniquità.

Un gran numero di uomini, donne, giovani e bambini non riesce ad accedere ai requisiti di base, né a servizi ed opportunità per sostenere una vita dignitosa. Il fenomeno dei ragazzi di strada è causato da un livello di povertà elevato, da un tasso di urbanizzazione e aumento demografico crescenti e fuori dal controllo delle istituzioni, spesso assenti e corrotte.

La Casa di Anita si trova a circa 25 km dal centro di Nairobi, in mezzo ai campi delle colline della tranquilla cittadina di Ngong. Nel cortile della Casa di Anita c'è una zona giochi, un pozzo con una cisterna per la raccolta e la distribuzione dell'acqua, una cucina all'aperto con forno a legna, una stalla con mucche e vitelli per la produzione di carne bovina e latte. Recentemente è stato realizzato un pollaio con galline ovaiole, un orto e quattro serre. Appena fuori dal cancello c'è un grande campo, coltivato a mais.

Azioni che si intendono intraprendere:
  • garantire le spese scolastiche sia per la scuola primaria che secondaria;
  • continuare a seguire e sostenere le ragazze che sono ritornate nelle proprie famiglie di origine;
  • far partecipare le ragazze alla gestione della serra e della fattoria contribuendo al sostentamento del centro;
  • garantire laboratori di danza, musica e teatro per valorizzare le capacità delle ragazze.
Risultati attesi:
  • contribuire al sostentamento della casa e all'educazione delle ex ragazze di strada grazie al progetto agricolo e all'allevamento;
  • dare alle ragazze una possibilità di coltivare i loro interessi grazie al laboratorio di danza, musica e teatro;
  • reinserirle nelle loro famiglie di origine e scongiurare un loro ritorno in strada.
Aspetti innovativi del progetto:

La vita in comunità/ famiglia che insegna alle ragazze uno specifico stile di vita basato sulla condivisione e la convivenza.

Collaborazione altri soggetti (fondazioni, imprese, altre Organizzazioni Non Profit):

Amani lavora a stretto contatto con Koinonia Community, organizzazione africana profondamente radicata e inserita nella realtà locale di Nairobi e Lusaka.

Tempi di realizzazione stimati

La Casa di Anita è un programma continuativo.

Forme di comunicazione e pubblicizzazione relative al progetto e alla relativa raccolta fondi previste:

Attraverso il sito web di Amani, la rete di volontari di Amani, diversi eventi ad hoc da definire.

Quali mezzi di comunicazione verranno utilizzati?

Newsletter di Amani (inviata a circa 986 contatti in tutta Italia) e giornale AMANI (distribuito gratuitamente in tutta Italia a circa 7000 contatti), sito web e invio a mailing-list selezionata.

Contatti di Amani in Italia:

AMANI Ong Onlus
Via Tortona, 86 - 20144 Milano
tel. +39 02 48951149
segreteria@amaniforafrica.it
www.amaniforafrica.it

Quando raggiungi 40 punti puoi convertire il tuo credito nella donazione di 5 Euro. Ricorda che ogni ricerca di dimensioni normali, come il questionario di profilazione, produce un credito di 8 punti, ricerche più impegnative generano un maggior numero di punti (fino a un massimo di 30 punti per ricerca)